EAS-1 External Command Seat/it

From Kerbal Space Program Wiki
Jump to: navigation, search
Sedile di Comando Esterno EAS-1
Immagine della parte
Capsula di Comando da
Kerlington Model Rockets and Paper Products Inc
Diametro radiale Montaggio radiale
Costo (totale) 200,00 Funds
Massa (totale) 0,05 t
Resistenza aerodinamica 0.05
Temp. Massima 1200 K
Tolleranza all'impatto 6 m/s
Liv. Ricerca Field science.png Scienza sul campo
Costo per sblocco 8 100 Funds
Dalla versione 0.20
Codice oggetto config. externalCommandSeat
Equipaggio (massimo) Crew


Un Kerbal pilota una nave sedendo su un EAS-1.

Il Sedile di Comando Esterno EAS-1 è un modulo di comando disponibile per un Kerbal durante una missione. A differenza di tutti gli altri moduli, questo non è una capsula chiusa ma un sedile che può, ad esempio, essere collocato su di un rover. L'EAS-1 è per sua natura privo di interni, modulo SAS integrato o capacità di immagazzinare elettricità, e non può essere occupato prima dell'inizio di una missione.

Un Kerbal seduto sul sedile EAS-1 aggiunge 50 kg (0.09375 t) di massa ad un veicolo e può causare problemi di sbilanciamento a piccoli razzi o rover.

Utilizzo

Questo modulo è progettato per i rover, ma può essere usato potenzialmente su qualsiasi tipo di veicolo. E' anche un sistema conveniente per spostare Kerbal da un punto all'altro tramite dei mezzi automatizzati.

Per permettere il controllo dal sedile, è necessario prendere il controllo di un Kerbal in EVA, portarlo nei pressi del sedile ed eseguire un clic destro. Una volta seduto, il Kerbal fornisce piene funzionalità di modulo di comando al mezzo, con l'eccezione dei rapporti equipaggio, in quanto il Kerbal viene considerato in EVA nonostante sia seduto. Può infatti essere eseguito invece un rapporto EVA.

Le navette con un EAS-1 come unico mezzo di controllo devono obbligatoriamente essere guidate da un pilota recueperato altrove. Per ottenere questo risultato esistono due modi:

  1. Lanciare un altro veicolo, far uscire il pilota e farlo spostare in un altro punto del centro spaziale, lanciare il veicolo con l'EAS-1, riprendere il controllo del Kerbal lasciato a terra e portarlo vicino al sedile.
  2. Aggiungere una capsula di comando aggiuntiva che possa essere sganciata dopo l'inizio della missione.

Descrizione del Prodotto

« Il Sedile di Comando Esterno EAS-1 fornisce tutti i controlli necessari per governare appieno un'astronave, esattamente come un convenzionale modulo di comando, ma senza frivolezze superflue come "interni pressurizzati", o "cinture di sicurezza". E' efficienza spartana e priva di fronzoli allo stato puro.

Kerlington Modelli di Razzi e Prodotti di Carta Inc

 »

Curiosità

  • Nonostante sia un modulo di comando, non è possibile posizionarlo centralmente in quanto parte da montare radialmente.
  • A differenza degli altri moduli di comando, un Kerbal non rifornirà il jetpack EVA una volta seduto. Inoltre, il sedile non può immagazzinare dati scientifici: tutti i dati trasportati da un kerbonauta rimangono in possesso del kerbonauta.
  • Delle forze esterne moderate, come ad esempio la collisione dell'elmetto del pilota con qualche altro oggetto, possono essere sufficienti a sbalzare il pilota dal sedile.
  • Velcoità elevate in ambienti con atmosfera (650 m/s a livello del mare su KErbin ad esempio) non sono un problema per un pilota seduto, ma la forma della tuta EVA aggiunge un attrito considerevole alla navetta.
  • Curiosamente, se un kerbal subisce un impatto non eccessivo a bordo di un sedile, potrebbe risultare "morto" ma essere resuscitato al recupero della navetta.

Cambiamenti

0.20
  • Release iniziale